Home Alfonso e Daniela Agonismo…più che una passione – Storia mondiale 4

Agonismo…più che una passione – Storia mondiale 4

375

2005 – Italia –  Mondiale Under 16 e Under 21

 Un’annata agonistica indimenticabile

Il 2005 fu per le nostre nazionali di surfcasting un’annata eccezionale. I mondiali si svolsero per tutte le categorie in Italia, gli Under 16 e 21 sulle spiagge di Montalto di Castro e quello Senior e Femminile a S. Elpidio. Il risultato fu strepitoso: 4 Ori e 1 Argento conquistati dai ragazzi, 2 Ori dalle donne e 1 Argento dai senior. Finimmo quindi con un bottino complessivo di ben 8 medaglie, un risultato che non ha precedenti, che credo ancora oggi rimanga un record e che appagò pienamente il mio lavoro di Coordinatore delle 4 nazionali italiane.

 

 Arriva l’autunno e i primi due campionati del mondo di surfcasting, quelli dei ragazzi, si sono svolti a Marina di Montalto nel Lazio dal 19 al 25 settembre. Sorprendente il risultato: Oro a squadre, Oro individuale e Argento individuale per gli under 16; Oro a squadre e Oro individuale per gli under 21. Un risultato che fino a quel momento non ha precedenti nella storia di queste categorie e che premia la determinazione e l’impegno di questi dodici ragazzi, ma anche un lavoro di equipe da parte di tutto lo staff tecnico/federale.

Una gara non facile

Essere in Italia in questa occasione non è stata una grande agevolazione perché purtroppo, come spesso accade, le gare hanno coinciso con il cambio di stagione e con la perturbabilità delle condizioni atmosferiche. Fino dai giorni di prova si capiva che il titolo mondiale non sarebbe stato facile da conquistare in quanto la pioggia e il vento costanti avevano reso la zona di Montalto Beach quasi impraticabile per gli atleti. Acqua torbidissima, alghe, onde fastidiose e vento teso non permettevano infatti nei giorni di prova catture copiose e di taglia valida, e anche lo studio di una strategia di gara, in quelle condizioni, diventava problematico.

Fortunatamente la prima manche, quella di prova, ha coinciso con un miglioramento del tempo e sono incominciate le catture di pesci non di grande taglia ma in sufficiente quantità. Subito ci si è resi conto che la specie predominante era l’ombrina e la pesca di fondo era la strategia migliore per affrontare la gara vera e propria.

La prima manche vedeva alla fine uno splendido primo posto dell’Italia Under 16 seguita sul campo dal nostro Paolo Paolicchi, e solo un quarto posto dell’Under 21 che non era riuscita ad entrare subito in pesca ma che aveva recuperato nella seconda parte di gara limitando i danni. Alla seconda prova, anch’essa svoltasi nel pomeriggio come la precedente, i piccoli bissavano il primo risultato e i grandi si classificavano al secondo posto, riscattandosi dal primo non brillantissimo piazzamento con tenacia e grande determinazione. La terza sera vedeva gli Under 16 collocarsi ancora al primo posto e vincere matematicamente in anticipo di una giornata il campionato del mondo con un risultato splendido che fa onore a questi giovani atleti, vere promesse della pesca italiana. Gli Under 21 invece si classificavano al secondo posto e terminavano la terza manche a due punti di distacco dalla Croazia, prima fino a quel momento nella classifica generale. I piccoli ormai erano a posto, ma si doveva giocare il tutto per tutto per i grandi al fine di “portare a casa” un risultato che in effetti meritavano per la spettacolare rimonta fatta. Decisiva nell’ultima manche la carta della pesca di galla, vista la presenza di numerose lecce stella infine tornate per le migliorate condizioni dell’acqua, finalmente limpida e calma. I ragazzi a questo punto davano il meglio di loro e si classificavano primi di manche sorpassando nella classifica generale la Croazia e guadagnando il tanto agognato oro mondiale. Per non smentirsi gli under 16 piazzavano un altro primo di manche che li portava, con quattro sole penalità, a conquistare non solo l’oro a squadre, ma Lorenzo Secchiaroli si aggiudicava l’oro individuale e Matia Gallone l’argento. Nell’Under 21 Rosario Grasso completava il poker con uno spettacolare Oro individuale che, unito a tutti gli altri risultati, ha reso questo campionato davvero indimenticabile.

Atleti Under 16                                                      

Lorenzo Secchiaroli                                                         

Matia Gallone

Angelo Bivona

Stefano Guido

Manuele Cadeddu

Davide Vernile

 

Atleti Under 21

Alessandro Curreli

Rosario Grasso

Alessandro Marconi

Daniele Catani

Antonello Passucci

Guido La Rosa

 

Risultati

Classifica per Nazioni Under 16

ORO              Italia                 4 penalità

ARGENTO    Francia               9 penalità

BRONZO      Portogallo          11 penalità

 

Classifica individuale

ORO              Lorenzo Secchiamoli         Italia

ARGENTO    Matia Gallone                     Italia

BRONZO      Andre Pereira                    Portogallo

4°                Manuele Caddeu                Italia

 

Classifica per Nazioni Under 21

ORO            Italia              9 penalità

ARGENTO   Croazia          10 penalità

BRONZO      Olanda          14 penalità

 

Classifica individuale

ORO            Rosario Grasso                 Italia

ARGENTO    Frank Peene                   Olanda

BRONZO      Robert Budanovic            Croazia